La casa editrice Marchese Editore è stata fondata nel 2009 da un gruppo di amici, studenti universitari di Napoli, guidati da un loro docente, con l'intento di riproporre nel panorama editoriale italiano un’esperienza che riaffermi il valore centrale della cultura libraria.
Il progetto vuole proporre un’attività di promozione culturale, che offra al pubblico un prodotto editoriale svincolato dalle leggi del mercato, ma guidato da un principio che affermi la qualità letteraria e l'alto profilo culturale dell’opera.

Nel corso del tempo, altri collaboratori hanno partecipato ai lavori della casa editrice, concorrendo con le loro diverse competenze nel creare quelle condizioni che permettono la costruzione di idee editoriali formate dal confronto tra opinioni divergenti.
Seguendo le inclinazioni culturali dei fondatori, la casa editrice si è impegnata inizialmente in un’impresa editoriale calibrata sui temi prettamente letterari: avvalendosi della collaborazione di esperti nelle varie discipline, la casa editrice inizia le sue pubblicazioni con la collana Moderno oltre moderno è incentrata sulla letteratura della prima metà del Novecento, proponendo un percorso di riscoperta delle grandi opere della Letteratura universale, usciti dal circuito librario. Dopo alcuni anni, segue la collana Le nuvole specializzata nella letteratura per ragazzi.

Dal 2012 la casa editrice diversifica la sua produzione, aprendosi ad altre discipline delle scienze umane, come la sociologia, con la collana Minima socialia, e alla filosofia, con la collana Interludi, inaugurata l’anno successivo. Inoltre si apre alle scienze della progettazione, presentando una serie di pubblicazioni rivolte agli aspetti innovativi di questa disciplina. Il carattere letterario della casa editrice sarà ribadito dalle prossime pubblicazioni previste per settembre, con l’avvio di una collana dedicata alla letteratura teatrale In scena e una dedicata alla poesia iberica contemporanea Il divano iberico.
Con queste nuove collane intende aprirsi a un nuovo mercato editoriale, conservando i suoi principi di qualità formale e nei contenuti.

^^^^